• articoli,  reportage,  sociale

    Bogotà, nei barrios degli invisibili – Mondo & Missione

    Nelle periferie di Bogotá monsignor Daniel Delgado visita le persone più fragili e dimenticate. Una giornata con lui è l’immagine della “Chiesa ospedale da campo” voluta da Papa Francesco Fuori da Bogotá ci sono altre Bogotá. Si replicano a perdita d’occhio su versanti di colline e fondo valle. Casette di mattoni, tetti di lamiera, cisterne per l’acqua, marciapiedi e strade grigie, campetti, baracchini, mercati. Gente che si muove. Otto milioni di persone ossessivamente in transito da una parte all’altra, dal centro a un pueblo, da un barrio a un altro. Migliaia di autobus polverosi, di taxi legali e abusivi, di macchine rottame, moto e perfino audaci biciclette bloccano di continuo gli incroci delle…

  • articoli,  spiritualità

    Sinodale e in uscita. Così la Chiesa può incontrare i giovani – laGuardia

    Intervista a Mons. Nicolò Anselmi, Vescovo ausiliare di Genova e padre sinodale. Mi pare che con questo Sinodo sui Giovani papa Francesco abbia voluto sancire un modo nuovo di praticare la sinodalità, mettendo a sistema un prima, un durante e un dopo il Sinodo che diventano davvero incisivi, a partire dalla consultazione aperta. Nel documento finale, che trovo particolarmente accessibile e aderente alla realtà di oggi, il vostro punto di partenza è l’urgenza di rimettersi “in ascolto” del mondo giovanile. L’importanza di “lasciare emergere le domande dei giovani nella loro novità, e coglierne la provocazione”. Indubbiamente l’ascolto è una questione fondamentale. Non può essere unicamente di tipo sociologico, dev’essere “teologale”:…

  • articoli,  natura,  sociale

    Hanno preso un forte militare e ne hanno fatto una casa famiglia – Italia Che Cambia

    La Piuma, così hanno chiamato l’associazione inizialmente formata da famigliari ed amici. Loro sono Emilio Parodi e Laura Lanza, una coppia di educatori che ha fatto dell’accoglienza dei piccoli una scelta di vita. Da quasi 15 anni prendono in affido dal Tribunale dei Minorenni – tramite Comune di residenza – bambini di età diverse, in attesa che la loro madre naturale superi un periodo di difficoltà o, nel peggiore dei casi, in attesa di trovare una nuova famiglia che li accompagni nella crescita. Ma il sogno di Forte Tenaglia arriva dopo, una decina d’anni fa, quando non lontano dal quartiere di provenienza, sopra la stazione Principe, il gruppo della Piuma si imbatte in…

  • Abrego - ph Alessia Traverso
    articoli,  reportage

    Don Rito tra i narcos e i migranti – Mondo e Missione

    Rito Alvarez è colombiano ma vive a Ventimiglia, dove si è fatto conoscere per aver ospitato centinaia di migranti nella parrocchia delle Gianchette. Intanto in Colombia ha costruito due campus per far studiare bambini e ragazzi altrimenti destinati a coltivare coca o ad entrare nei gruppi paramilitari. ABREGO – Da sotto il portico si vedono i campi coltivati a caffè e cacao. Alcuni ragazzi della Fondazione potano diligenti le piante del giardino attorno al refettorio, mentre quelli più grandi armati di vanga e zappa se ne vanno a raccogliere manioca. German ci chiama mentre corre in bicicletta a inseguire Mairon. Hanno 10 anni, sono tra i più piccoli, ma la sera,…

  • articoli,  spiritualità

    Il vescovo si dimette per fare spazio ai giovani – Vino Nuovo

    Proprio alla vigilia del Sinodo dei giovani è arrivato un gesto inatteso e profetico di Giacomo D’Alessandro È in buona salute, non così anziano, una carriera di incarichi tutt’altro che conclusa, così come i progetti pastorali e sociali nella diocesi. E invece, spiazzando tutti, il Vescovo ha deciso di dimettersi e di rispondere ad una nuova vocazione che sente nel cuore: entrare in monastero, lasciare tutto, andare all’essenziale di una vita di preghiera, lavoro e fraternità. Papa Francesco ha accettato questa singolare richiesta il 14 settembre scorso. E così una personalità di spicco del Paese, con incarichi in Vaticano e ancora diversi anni di governo davanti a sé, ha fatto…

  • articoli,  sociale

    Cedric Herrou contadino ribelle – Gli Asini

    di Giacomo D’Alessandro Se n’è sentito parlare tante volte. Cédric arrestato. Cédric denunciato. Cédric passeur. Ora persino protagonista di un documentario a Cannes. Cosa ci dice l’interesse attorno alla quotidianità di un giovane contadino della Val Roya? Cosa affascina, cosa indigna di questo personaggio e della sua costante reazione al transito di migranti sulla frontiera militarizzata Italia-Francia? Primo. Cédric Herrou è un agricoltore e fa l’agricoltore. Si ha l’impressione che questa scelta di vita lo abbia reso più libero e pragmatico nell’aprire le porte della sua casa ai richiedenti asilo, e nel cercare soluzioni con loro. Si vede che è una persona abituata a vivere lo spazio reale, a sporcarsi…