• natura,  reportage

    L’ho visto in Amazzonia

    Alla fiera dell’Amazzoniasolo per soldiun genocidioTexaco portò. E venne la Texacoa estrarre petrolioe sversò i residuiin piena forestacreando una piscinaalta due metrie ne morirono25.000 animaliche gli ignari abitantispesso macellavanoe vendevano al mercatoe poi bevevanol’acqua dei fiumianch’essa contaminatain 40 anni40 miliardi di litriper cui si estinserodue popoli ancestraliil che a Texacosul mercato fruttò. ***Sto scrivendo un racconto per una rivista, e ho ripreso le testimonianze raccolte in Sud America tre anni fa.Una spirale di ingiustizia senza fine. Da vomitare.Mentre l’Amazzonia va a fuoco e non è mai stata così attuale.A questo pezzo di video non serve traduzione.

  • articoli,  reportage,  sociale

    Bogotà, nei barrios degli invisibili – Mondo & Missione

    Nelle periferie di Bogotá monsignor Daniel Delgado visita le persone più fragili e dimenticate. Una giornata con lui è l’immagine della “Chiesa ospedale da campo” voluta da Papa Francesco Fuori da Bogotá ci sono altre Bogotá. Si replicano a perdita d’occhio su versanti di colline e fondo valle. Casette di mattoni, tetti di lamiera, cisterne per l’acqua, marciapiedi e strade grigie, campetti, baracchini, mercati. Gente che si muove. Otto milioni di persone ossessivamente in transito da una parte all’altra, dal centro a un pueblo, da un barrio a un altro. Migliaia di autobus polverosi, di taxi legali e abusivi, di macchine rottame, moto e perfino audaci biciclette bloccano di continuo gli incroci delle…

  • Abrego - ph Alessia Traverso
    articoli,  reportage

    Don Rito tra i narcos e i migranti – Mondo e Missione

    Rito Alvarez è colombiano ma vive a Ventimiglia, dove si è fatto conoscere per aver ospitato centinaia di migranti nella parrocchia delle Gianchette. Intanto in Colombia ha costruito due campus per far studiare bambini e ragazzi altrimenti destinati a coltivare coca o ad entrare nei gruppi paramilitari. ABREGO – Da sotto il portico si vedono i campi coltivati a caffè e cacao. Alcuni ragazzi della Fondazione potano diligenti le piante del giardino attorno al refettorio, mentre quelli più grandi armati di vanga e zappa se ne vanno a raccogliere manioca. German ci chiama mentre corre in bicicletta a inseguire Mairon. Hanno 10 anni, sono tra i più piccoli, ma la sera,…

  • reportage,  sociale

    I meandri del Congo – social story

    Sono andato in Repubblica Democratica del Congo per fare reportage sociale e ambientale per conto di una onlus italiana. L’inatteso privilegio di esplorare una delle zone considerate meno sicure in Africa, la regione del Kivu al confine tra Congo, Rwanda e Burundi. Di seguito alcune suggestioni raccontate sui social.