Andata e Ritorno, un viaggio hobbit in musica

Un viaggio in musica ispirato a Lo Hobbit di Tolkien, 14 canzoni con Nani, Elfi, Uomini e Stregoni. La ricerca di un tesoro attraverso terre che rivelano, attuale e irrinunciabile, la bellezza della natura.

ANDATA E RITORNO E’ UN ALBUM DI CANZONI COMPOSTE DA GIANDIL, ISPIRATE A LO HOBBIT DI TOLKIEN E FIRMATE DA GIOVANI MUSICISTI LIGURI E LOMBARDI. UN INNO ALLA BELLEZZA NATURALE, ALLA SEMPLICITÀ DEL VIAGGIO E ALL’INCONTRO TRA POPOLI. E’ USCITO IL 15 OTTOBRE 2015.

Un disco composto, suonato, registrato e prodotto da giovani di Genova, Milano e Monza, tutti (o quasi) sotto i 30 anni; prodotto a costo zero con l’apporto volontario di circa 20 tra musicisti e collaboratori; registrato quasi completamente tra case di campagna, montagna e città, ospiti di amici, spostandosi con strumenti e microfoni in vero e proprio stile viandante (come ha evidenziato Claudio Cabona su Il Secolo XIX del 22-1-2015); pubblicato come lavoro indipendente, con la scelta forte di non depositarlo in SIAE grazie alla tutela alternativa offerta dal portale Patamu; un’opera che vede la partecipazione amichevole del musicista e scrittore Giuseppe Festa dei Lingalad, tra i più famosi “bardi tolkieniani” in Italia.

***

Andata e Ritorno raccoglie 14 canzoni composte nel 2012 da Giandil, Giacomo D’Alessandro, genovese classe 1990, alla sua prima pubblicazione musicale, nata per rievocare le atmosfere del libro Lo Hobbit che è stato definito “la più bella fiaba del Novecento” e oggi nuovamente alla ribalta grazie alla trilogia cinematografica di Peter Jackson. Un omaggio a Tolkien ma soprattutto ai messaggi più attuali e significativi del suo ampio e approfondito lavoro, che continua a tenere banco in tutto il mondo per migliaia di appassionati.

A proporre tutto questo in un sound acustico cantautorale intriso di folk ed irish, sono insieme a Giandil i musicisti Guglielmo Cassinelli (mandolino, bouzuki), anche autore di arrangiamenti e registrazioni, Jacopo Soler (arrangiamenti e fiati), Mattia Ciuffardi (percussioni), Maddalena Soler degli Alzamantes(violino) e Michele Marino Gallina, autore delle registrazioni al clockworkstudio (Monza) e di editing, mixing e mastering. Hanno inoltre collaborato: al contrabbasso Fausto Ciapica dei Cartabianca e Roberto Robotti, al flauto Dario Gisotti dei Winterage e Giuseppe Festa dei Lingalad, alla fisarmonica Stefano Cocorullo degli Used Cars, agli archi le Four for Quartet, alla chitarra Bacci Del Buono e alle voci Rocco Mennella, Mariagiulia Mensa, Davide Congiu, Fabio D’Angelo, e Alessandro Romi del Teatro Akropolis). Il disco, recensito nel libro antologia Tolkien rocks di Fabrizio Giosué (Arcana 2015), è disponibile sul sito http://andataeritornoinmusica.com e sui principali store online.

L’album è stato finora presentato a Genova, Bologna, Verona e Roma.

Molti hobbit, elfi, uomini e nani hanno collaborato alla realizzazione di Andata e Ritorno…

Giandil | Giacomo D’Alessandro. Ramingo, classe 1990. Autore canzoni, arrangiamenti, chitarra acustica, chitarra classica, voce, seconde voci. ilramingo.webs.com

Guglielmo Cassinelli. Troll o Uomo Nero, classe 1987. Registrazioni, arrangiamenti, mandolino, bouzuki, seconde voci.

Jacopo Soler. Elfo, classe 1989. Arrangiamenti, flauti, sax.

Maddalena Soler. Elfo, classe 1987. Violino. www.alzamantes.com

Michele Marino Gallina. Uomo, classe 1989. Registrazioni in studio, editing, mixing, mastering. www.clockworkstudio.it

Mattia Ciuffardi. Hobbit, classe 1990. Bonghi, congas, cajon, altre percussioni.

Giuseppe Festa. Viandante, classe 1972. Flauti, voce, seconde voci. giuseppefesta.com

Fausto Ciapica. Nano, classe 1989. Contrabbasso. Fb: cartabiancafriends

Stefano Cocorullo. Uomo, classe 1975. Fisarmonica. www.theusedcars.com

Dario Gisotti. Hobbit, classe 1992. Cornamusa, flauto. www.winterage.net

Bacci Del Buono. Hobbit, classe 1991. Chitarra. Fb: chitarrabacci

Roberto Robotti. Uomo, classe 1989. Contrabbasso.

Four for Quartet | Giulia Gaggero, Virginia Sutera, Giulia Sandoli, Bruna Di Virgilio. Fanciulle degli Elfi. Quartetto d’archi. Fb: Four for Quartet

Rocco Mennella. Hobbit, classe 1989. Voce, seconde voci.

Maria Giulia Mensa. Elfo, classe 1991. Seconde voci.

Fabio D’Angelo. Nano, classe 1964. Seconde voci.

Davide Congiu. Nano, classe 1994. Seconde voci.

Alessandro Romi. Ramingo, classe 1988. Recitazione. www.teatroakropolis.com

Anna Lanaro. Elfo, classe 1989. Calligrafie. http://annalanaro.com

Concerto nelle Marche – 22 settembre ore 16.30

***

Lingalad a Genova al Teatro Altrove

***

Tolkien Reading Day a Genova: Giandil in concerto

domenica 25 marzo ore 21.00 – Taverna Zaccaria, Genova

Per la prima volta a Genova un evento in occasione del Tolkien Reading Day, ormai celebrato in tutto il mondo. Giacomo “Giandil” D’Alessandro (chitarra, voce) e Dario Gisotti (flauti irlandesi) in concerto con le canzoni del disco Andata e Ritorno. Lo Hobbit in musica.
Intermezzi con letture dalle opere di J.R.R.Tolkien, a cura di Alessandro Romi e altre voci narranti.
Vi aspettiamo nella suggestiva cornice della Taverna Zaccaria in centro storico (zona San Giorgio).

Down below the hill – lyric

NEW RELEASE!Out now the english version of “Sotto la Collina”, track 1 of the italian concept album “Andata e Ritorno” inspired by The Hobbit. Translation by Giulia Silvestri. Musicians: Giandil, Jacopo Soler, Maddalena Soler. Recorded by Guglielmo Cassinelli. Mixed by Michele Marino Gallina (Milan, 2014). English vocals recorded and mixed by Fausto Ciapica in december 2017.BUY CD or MP3 https://store.cdbaby.com/cd/giandilSPOTIFY https://open.spotify.com/album/7DAytR…

Giandil e Fausto Ciapica in studio di registrazione (dicembre 2017, Genova).

Ascolta “Down below the hill”, la prima english version

NEW RELEASE!
Ascolta la versione inglese di Sotto la Collina! Giandil canta il suo pezzo più amato nella traduzione di Giulia Silvestri. Registrato e mixato da Fausto Ciapica a Genova, nel dicembre 2017.

Out now the english version of “Sotto la Collina”, track 1 of the italian concept album “Andata e Ritorno” inspired by The Hobbit. Translation by Giulia Silvestri. Musicians: Giandil, Jacopo Soler, Maddalena Soler. Recorded by Guglielmo Cassinelli. Mixed by Michele Marino Gallina (Milan, 2014). English vocals recorded and mixed by Fausto Ciapica in december 2017.

BUY CD or MP3 https://store.cdbaby.com/cd/giandil
SPOTIFY https://open.spotify.com/album/7DAytRbpKZfoxbNdWTe4R6

La nostra storia, due anni dopo

 Nel 2012 Giandil compone le canzoni di Andata e Ritorno, ispirandosi a Lo Hobbit di Tolkien e alle sue avventure in natura.
 Tra 2012 e 2015 il disco viene arrangiato e registrato da Giandil con Guglielmo Cassinelli, Jacopo Soler, Michele Gallina, Giuseppe Festa e tanti altri artisti e collaboratori.
 A gennaio 2015 Il Secolo XIX annuncia l’uscita del disco.
 A ottobre 2015 esce autoprodotto “Andata e Ritorno”, un viaggio hobbit in musica, in CD ed mp3. Disponibile in spedizione e sui digital store.
 Giandil racconta in comunicato stampa come nasce e cosa rappresenta questo disco, omaggio attuale alla fiaba e alla natura.
 Un video racconta che nelle registrazioni Giandil ha usato la chitarra classica di Vittorio Centanaro, primo collaboratore musicale di Fabrizio De André.
 Andata e Ritorno recensito nel libro “Tolkien Rocks” di Fabrizio Giosué.
 In video intervista Giuseppe Festa, scrittore e musicista dei Lingalad, presenta “Andata e Ritorno” e la sua collaborazione.
 Il 31 ottobre 2015 a Forte Tenaglie (Genova) il disco viene presentato ufficialmente dal vivo con concerto e festa Hobbit.
 Repubblica Genova recensisce la presentazione ufficiale.
 Il 28 novembre presentazione del disco a Verona, a cura di Rohirrim, Compagnia degli Argonath e Associazione Italiana Studi Tolkieniani.
 L’11 dicembre concerto a Dozza (Bologna), a cura dello Smial Overhill.
 Il 21 dicembre concerto natalizio a Genova presso la Passeggiata LibroCaffè.
 Il 15 gennaio 2016 presentazione al Liceo Classico Colombo nella Notte dei Licei.
 A febbraio ottima recensione del disco sul portale Isola Illyon.
 Il 20 febbraio intervento musicale a Frascati (Roma).
 L’11 giugno intervento musicale a Fantàsia Fantasy in Toscana (Gambassi Terme), con Gianluca Comastri.
 Giandil si racconta in un lungo articolo sul mitico portale LegaNerd.
 A luglio Giandil con i musicisti Guglielmo Cassinelli, Mattia Ciuffardi e Dario Gisotti in concerto a Ludika (Viterbo) per tre serate.
 A settembre 2016 esce il video “Dove siete hobbit?” con la voce di Enrico Campanati e le immagini di Genova di Guglielmo Cassinelli.
 Il 15 ottobre Giandil in concerto al Notturno Sud di Bologna.
 A febbraio 2017 Giandil in onda su RAI Radio 3 nella rassegna speciale dedicata a Tolkien.
 L’artista Zen Zero dedica un’illustrazione al disco.
 Escono online tre canzoni del disco illustrate da splendide tavole della make up artist Erika Takagi.
 Presentazione del disco sul canale locale AntennaBlu.
 Giandil viene inserito sul portale Tolkieniana Net tra gli artisti della Terra di Mezzo.
 Ad aprile 2017 Giandil entra ufficialmente nei Lingalad come chitarra e seconda voce. Esordisce in concerto e in studio.
 In programma un concerto acustico sul Monte Penna della Verna, nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi.
 Il 3 novembre i Lingalad si esibiscono a Lucca Comics, e Giandil esegue due canzoni di Andata e Ritorno.

Immagini e video dai concerti

Giandil con i Lingalad a Lucca Comics

LINGALAD IN CONCERTO

per i 40 anni del Silmarillion di J.R.R.Tolkien

Giandil, chitarra e seconda voce dei Lingalad, proporrà a metà concerto due canzoni tratte dal disco Andata e Ritorno.

***

In concerto nelle Foreste Casentinesi – 8 ottobre 2017

domenica 8 ottobre dalle ore 5:30 alle ore 9:30

Trekking con concerto acustico di Giandil, promosso da In Quiete Cooperativa

Un’escursione all’alba per raggiungere la cima del Monte Penna della Verna ed ascoltare un fiabesco concerto acustico nella splendida cornice naturale del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi.
Un’esperienza profonda indimenticabile…


DETTAGLI ESCURSIONE 
Ritrovo: Ore 5:30 presso Santuario della Verna (Ar)
Difficoltà: Richiesta abitudine minima al cammino
Costo: 16 € a persona
Richiesta torcia, scarpe da trekking e colazione al sacco

Per prenotazioni scrivere a info@cooperativainquiete.it indicando l’evento, il numero di partecipanti e numero telefonico di riferimento


DETTAGLI CONCERTO
Il piccolo Bilbo nel racconto si lascia portare fuori dalla sua zona comfort, e scopre che solo attraverso il viaggio nella natura, solo attraverso l’incontro con popoli e culture diverse, può scoprire di che pasta è fatto veramente, quali sono le sue qualità e i suoi desideri autentici.
Non abbiamo forse oggi la stessa necessità, in questo mondo attraversato da spaventosi problemi e inafferrabili trasformazioni?
Ecco allora l’attualità del camminare, gesto antico e sempre nuovo, profondamente radicato nell’animo umano. Camminare ci aiuta ad ascoltare meglio: noi stessi prima di tutto, e ogni cosa attorno a noi. La musica e le sue parole raccontano storie lontane, storie vicine, che ci riguardano e ci aiutano ad assaporare la meraviglia di vivere.

Giandil (Giacomo D’Alessandro) è un camminatore e musicista genovese. Scrive articoli sociali, racconti e diari di viaggio. Nel 2015 ha pubblicato il disco “Andata e Ritorno” ispirato a Lo Hobbit di Tolkien, omaggio musicale alla natura, al cammino e all’incontro. Tra le esperienze che lo hanno segnato c’è il volontariato ambientale nel Parco delle Foreste Casentinesi. 
http://ilramingo.webs.com/

Ufficiale! Giandil nuovo membro dei Lingalad

Chi sono i Lingalad

Giandil su Tolkieniana Net tra gli artisti della Terra di Mezzo

Ma di che progetto si tratta?

La bellezza che la Terra di Mezzo ci mostra è la bellezza del nostro mondo, della nostra Europa, non altro. Il mito non maschera il reale ma lo disvela, ci aiuta a riconoscerne l’essenza, a superare le barriere percettive che noi stessi abbiamo creato, per riaprire i nostri occhi di bambini o, se preferite, di elfi. Se il ruolo di una buona storia è quello di mostrarci un nuovo punto di vista sull’immanenza, Tolkien è stato in questo il Maestro assoluto del XX secolo, e non penso di esagerare. Altri autori hanno avuto altri meriti, ma l’Omero dei nostri giorni è stato indubbiamente lui. Non a caso la Terra di Mezzo è il “mondo secondario” che ha ispirato più musicisti e artisti di tutte le arti nella storia moderna. Così nasce l’esigenza di creare uno spazio, anche virtuale, dove tali artisti possano incontrarsi, confrontarsi, esprimersi. Questo vuole diventare Tolkieniana Net: una rete, un agorà, un luogo di bellezza. Ecco lo spirito di questo progetto.

 
La sezione dedicata a Giandil, che ospita anche tre articoli dedicati alle canzoni e al video trailer, recita:
 
Giandil – Ramingo, creativo, cantastorie.

“Sono un piccolo ramingo che vive di comunità, cammino, comunicazione sociale e creatività.
Nato a Genova nel 1990, lettore accanito di J.R.R.Tolkien, sono cresciuto cercando la libertà spirituale e reale dei monti, dei boschi e dei compagni di viaggio. Musiche tolkieniane, celtiche e irlandesi sono state la mia colonna sonora, insieme ai cantautori.”

La scheda di Giandil su Tolkieniana Net

***

Giandil su Antenna Blu con album e libro – 22 marzo 2017

 

Online “Sotto la collina” con una tavola di Erika Takagi

testo e musica // giandil
chitarra e voce // giandil
flauti e arrangiamenti // jacopo soler
violini // maddalena soler
parte tecnica // guglielmo cassinelli, michele m. gallina
ispirata a Lo Hobbit di j.r.r.tolkien

***

Giandil su RAI Radio 3, il podcast della puntata

Il programma: J. R. R. Tolkien, un viaggio inaspettato

Il 2017 è l’anno tolkieniano: il 3 gennaio ricorre il 125mo anniversario della nascita, il 50mo dalla prima pubblicazione in Italia di una sua opera (La compagnia dell’anello, Astrolabio), il 55mo da Le avventure di Tom Bombadil e il 40mo dal Silmarillion. Pantheon rende omaggio a uno dei maggiori, amati e in molta parte fraintesi scrittori del Novecento con un ciclo di otto puntate condotte da Arturo Stalteri e Loredana Lipperini. In ogni puntata si aprirà una finestra sull’immaginario tolkieniano (cinema e fumetti) e si racconterà musicalmente l’opera di Tolkien attraverso la presenza dei musicisti che si sono a lui ispirati. Quattro esperti accompagneranno gli ascoltatori nel complesso universo fantastico creato dal professore di Oxford in otto tappe. Un programma di Federica Barozzi, Diego Marras e Lorenzo Pavolini.

Tutti i podcast delle puntate su Tolkien

L’omaggio artistico di ZenZero ad Andata e Ritorno

Quella sensazione di una presenza ignota e minacciosa alle spalle.
La paura mi guida verso la mia essenza animale e smetto di essere un impersonale macchinario.

Grazie a Giandil per la purezza medievale della musica e la calma rivoluzione dei suoi testi.

Zen Zero

***

C’è una pace avventurosa nel ripercorrere i propri piccoli, silenziosi passi, dove un tempo molto si è osato, e oggi molto si porta a casa. Si sarà sentito così il nostro Bilbo di ritorno dal grande viaggio alla Montagna Solitaria, ritrovando i vecchi troll pietrificati?
Grazie a Zen Zero per l’omaggio artistico e le belle parole che ha dedicato ad Andata e Ritorno.
CD ed mp3 disponibili su http://andataeritornoinmusica.com

***

Giandil su Radio 3 RAI – 25 febbraio 2017

Come? Quando? Dove?
Su RAI Radio 3 a gennaio e febbraio arriva “Tolkien: un viaggio inaspettato”, una rassegna all’interno di Pantheon in onda il sabato alle 18.00 condotta da Loredana Lipperini e Arturo Stàlteri, curata da Federica Barozzi e con la regia di Diego Marras.

OSPITI: il professor Piero Boitani, gli scrittori Alessandro D’Avenia, Michela Murgia e Wu Ming 4, i giornalisti Roberto Arduini e Saverio Simonelli, a sorpresa Ted Nasmith, e i musicisti Andrea Pellegrini, Giuseppe Festa, Edoardo Volpi Kellermann e Giandil.

Giandil interviene nel corso dell’ultima puntata, il 25 febbraio, con il brano Sotto la Collina e un’intervista che racconta il progetto Andata e Ritorno.

Per informazioni sul sito ufficiale l’elenco delle puntate e i podcast.

Concerto al Notturno Sud di Bologna – 15 ottobre 2016

sabato 15 ottobre ore 20.30

Caffè Letterario Notturno Sud, Via del Borgo di San Pietro 123, Bologna.

“Dove siete Hobbit?” su LiguriTutti.it

Continua a leggere su Liguri Tutti

Dove siete Hobbit? Il video con la voce di Campanati

Dove sono oggi hobbit, elfi, nani, stregoni, orchi e…uomini? E’ un’illusoria contraddizione cercarli in un mondo deturpato dal progresso selvaggio e così incapace di ritrovare un’armonia con i popoli e con il mondo naturale? Ha ancora senso rifarsi ad una fiaba, ad una Terra di Mezzo dove i piccoli hanno il coraggio di fare la storia? Cosa troviamo per noi stessi e per la vita reale, addentrandoci nelle pieghe del “fantastico”, dimensione tutt’altro che morta? Cosa cerchiamo davvero sui passi di Bilbo, di Gandalf, di Thorin, di Elrond, che parla alla nostra emotività e alla nostra esistenzialità?

Abbiamo scelto di affidare questi versi, queste domande aperte, queste visioni tra realtà e fantasia, alla voce esperta e autentica di Enrico Campanati, e siamo andati a riprendere alcuni dei luoghi urbaniabbandonati più suggestivi di Genova, città di mare, di cantautori, antica repubblica marinara, vecchio triangolo industriale, nella stretta Liguria dove la civiltà è presto respinta sulle scogliere da una natura sorprendente, suggestiva, inesorabile.

Il trailer prelude alle canzoni dell’album Andata e Ritorno di Giandil, ispirato a Lo Hobbit di J.R.R.Tolkien, ne racchiude il senso e l’attualità dei temi, richiama la poesia e la concretezza del cammino, del viaggio reale con occhi capaci di cogliere il fantastico. [Per ascoltare estratti delle canzoni e ordinare l’album in CD o mp3 clicca qui]

Tre concerti a Ludika, Viterbo – 14/16 luglio

Ci trovate il 14-15-16 luglio nel centro storico di Viterbo: in concerto Giandil con Guglielmo Cassinelli, Mattia Ciuffardi e Dario Gisotti.

14 luglio ore 18.30 Piazza San Carluccio

15 luglio ore 22.00 Piazza San Pellegrino

16 luglio ore 18.00 Piazza San Carluccio

Qui il programma e le info sulla manifestazione

ludika manifesto

Giandil si racconta su LegaNerd

Nel giro di tre giorni, su un quadernetto ramingo rilegato in pelle mi ritrovavo testi e accordi di 15 canzoniche seguivano lo svolgimento del libro di Tolkien…

Continua a leggere su leganerd.com

Giandil a Fantàsia in Toscana – 11 giugno 2016

Informazioni qui

***

Intervento a Frascati (Roma) – 20 febbraio 2016

Maggiori informazioni

Recensione dell’album su Isola Illyon

Leggi l’articolo completo

Notte dei Licei Classici – 15 gennaio ore 21

Grazie all’Associazione Amici del Colombo per l’invito.

Concerto natalizio a Genova – 21 dicembre ore 17

Dalle 17 alle 18 letture e musiche per bambini dalla fiaba dello Hobbit e dalle Lettere di Babbo Natale di Tolkien. A cura di Giandil e Ilaria Caccia.
Dalle 18 alle 19 le canzoni di “Andata e Ritorno” eseguite da Giandil | Giacomo D’Alessandro, chitarra e voce.

Sarà possibile acquistare il CD a 9 Euro, un perfetto regalo natalizio per amanti della fiaba, della natura, di Hobbit e Signore degli Anelli…e un dolce viaggio in musica per bambini di ogni età.

La Passeggiata librocaffè rimane nella parte più antica del Centro Storico di Genova, a due passi da piazza Sarzano (fermata Metropolitana). Ingresso libero.

Info e ordini online http://andataeritornoinmusica.com/

Concerto a Verona – 28 novembre ore 16.30

Il 28 novembre alle 16.15 nella suggestiva cornice di Santa Maria in Chiavica, Giandil – Giacomo D’Alessandro presenterà il disco Andata e Ritorno, album di recente uscita contenente canzoni ispirate a Lo Hobbit e firmato da giovani musicisti genovesi, quasi tutti sotto i 30 anni. Una raccolta di pezzi particolare, prodotta a costo zero, con l’apporto volontario di circa 20 musicisti e collaboratori. Inusuale anche la fase di registrazione di questo lavoro indipendente, avvenuta in maniera raminga, fra campagna e città. I quattordici brani che compongono l’album sono stati concepiti da Giandil, ventenne genovese alla sua prima pubblicazione musicale, che ha mischiato un caratteristico sound cantautorale con elementi folk ed irish, con l’obiettivo contenutistico che mira a far risaltare la realtà multiculturale della fiaba tolkieniana. L’incontro veronese sarà articolato in un’intervista live all’artista genovese, condotta dal socio fondatore AIST Stefano Giorgianni, e in una riproposizione di alcuni pezzi suonati dallo stesso Giandil.

A cura di Rohirrim – Verona, Compagnia degli Argonath, Associazione Italiana Studi Tolkieniani

Concerto a Dozza (Bologna) – 11 dicembre 2015

Come arrivare

L’evento Facebook per invitare i tuoi amici…

***

Le foto della presentazione a Genova e l’articolo di Repubblica

Un momento segnalato anche da Repubblica Genova con l’articolo “Il sound dello Hobbit aiuta Forte Tenaglie” uscito il 30-10-2015.

***

Comunicato Stampa – Esce l’album Andata e Ritorno

Un disco composto, suonato, registrato e prodotto da giovani di Genova, Milano e Monza, tutti (o quasi) sotto i 30 anni; prodotto a costo zero con l’apporto volontario di circa 20 tra musicisti e collaboratori; registrato quasi completamente tra case di campagna, montagna e città, ospiti di amici, spostandosi con strumenti e microfoni in vero e proprio stile viandante (come ha evidenziato Claudio Cabona su Il Secolo XIX del 22-1-2015); pubblicato come lavoro indipendente, con la scelta forte di non depositarlo in SIAE grazie alla tutela alternativa offerta dal portale Patamu; un’opera che vede la partecipazione amichevole del musicista e scrittore Giuseppe Festa dei Lingalad, tra i più famosi “bardi tolkieniani” in Italia.

Presentazione a Genova: una festa a lungo attesa!

dalle 15 alle 17.30 presso Forte Tenaglie

ANDATA E RITORNO. UNA FESTA A LUNGO ATTESA

+ Presentazione
+ Concerto sul prato
+ Forte Tenaglie: un sogno di tutti (saluti La Piuma)
+ Visita del Forte
+ Merenda hobbit
 (altro…)

***

Parlano di noi su Il Secolo XIX

Giuseppe Festa dei Lingalad racconta “Andata e Ritorno”

Anche Giandil nel libro “Tolkien Rocks” di Fabrizio Giosuè

Così si presenta il volume di recente pubblicazione per Arcana Edizioni a firma di “Mister Folk” Fabrizio Giosuè. E, sorpresa, ci siamo anche noi! Andata e Ritorno è tra le opere recensite per quanto riguarda l’Italia.

Registrare con la chitarra della Guerra di Piero

Perché Tolkien, perché Lo Hobbit?

Non è una domanda cui si possa rispondere a parole. C’è qualcosa di profondo e di potente in questa storia, in questo immaginario fiabesco creato così seriamente in tutti i suoi dettagli, qualcosa di reale che parla all’uomo. Che spinge a guardare la realtà, la natura, il viaggio, l’incontro con occhi diversi, occhi che sanno sognare, cercare la libertà, l’avventura, la compagnia, l’esperire nuovi popoli e nuovi sentieri, prodigarsi per il bene che c’è a questo mondo.

Tutto ciò è “fantastico”, sì, ma estremamente reale. Anzi, ci insegna a vivere il reale rendendolo fantastico, cercando la bellezza, il senso e il significato più profondo del nostro sentiero personale. E sono certo che sarete d’accordo con me: questo mondo ha tremendamente bisogno di tutto ciò. Sognare attraverso una storia per alimentare l’anelito interiore a vivere appieno la nostra vita, a spingere in alto il nostro volo…

Le canzoni di Giandil sono tutelate grazie a Patamu. Tutti i diritti riservati.


SOTTO LA COLLINA

La Contea, gli Hobbit e Casa Baggins, dove tutto ha inizio.

Al di là dall’Acqua RE
tra i prati il passo sale FA SOL
e giardini profumano l’aria. RE FA
Tutta la Collina RE
è piena a non finire FA SOL
di tondi tunnel e vecchie storie. LA SI-
Quando il mondo è quieto RE
e il mattino silenzioso
la Piccola Gente si sveglia. RE7 SOL
Risa profonde e verde e giallo DO
tra i campi e la Via FA
come un canto o una leggera poesia. SOL LA

Tonde come il sole RE
come occhi dentro al prato SI- 
le finestre della Piccola Gente ho incontrato. FA#- MI- RE (LA)
Veloci e silenziosi RE
i loro passi nel profondo SI-
lontani dalle avventure del mondo. FA SOL LA RE

Al di là dall’Acqua
per la via di Sottocolle
passano i viandanti la sera.
Verso il Grande Mare
per i boschi stellati
nel vento il loro canto puoi udire.
Sotto la Collina
c’è un buco nella terra
dimora di riccioli d’hobbit.
Quanto il mondo è quieto
e va la sua canzone
compare un vecchio con un bastone.

Tonde come il sole…


SCHEGGIA LE COPPE

I Nani, sparecchiando la cena a Casa Baggins, cominciano a lanciarsi piatti e posate cantando questa allegra canzone, e facendo venir la pelle d’oca a Bilbo che si immagina già una montagna di cocci irrecuperabili. Ma i Nani alla fine non hanno scheggiato nemmeno un bicchiere!

Scheggia le coppe, FA
frantuma i piatti, LA
piega forchette e coltelli, SIb FA
Bilbo lo odia da matti, SOL SIb
fai attenzione anche a quelli! RE DO

Strappa tovaglie,
salta sul grasso,
rovescia il latte ed il vino,
Bilbo lo odia da matti,
rovescia fino al mattino!

E le stoviglie
con il pestello
tritale, tritale bene,
ma se qualcuna resta non rotta
buttarla in terra conviene!


LONTANO SUI MONTI

I Nani attorno al camino decidono il grande viaggio, intonando prima uno poi in coro il loro canto solenne.

Lontano su monti 
nebbiosi e gelati
in antri oscuri e desolati
prima dell’alba dobbiamo andare
in cerca di antichi tesori incantati.

Come campane a festa nel tempo lontano MI- LA-
sotto la rocciosa cresta era l’abile mano MI- LA-
e magiche gesta per Signori d’Elfi FA
compivano i Nani sugli ori preziosi MI-
e d’else e di gèmme creavano l’arte di giochi e colori. FA MI-
Collane di stelle e bagliori di drago MI- LA-
e luci degli astri soffuse nel vento FA LA-
come fili di sole intessuti nel tempo FA
e strappati al cadere. MI-

Lontano su monti LA-
nebbiosi e gelati 
in antri oscuri e desolati
prima dell’alba dobbiamo andare FA
a chièdere di òri dimenticati. MI- LA-

Giù nella tèrra dove non giunge nessuno
canti echeggiavano allegri al lavoro dei Nani
tra calici e arpe d’oro e di gemme
giunse sui boschi un fuoco splendente
e spinto dal vento distrusse ogni cosa
nel terrore buio.
Solo fumo e deserto per l’ira del drago
di morte sepolta dagli anni passati
nessuno ha più udito il cantare dei Nani
lontano sui monti
fumosi e gelati.

Lontano su monti
nebbiosi e gelati 
in antri oscuri e abbandonati
prima dell’alba dobbiamo andare
per il canto e i tesori che furon strappati.


RIVENDELL

Gli Elfi accolgono i Nani a Rivendell, Gran Burrone, l’Ultima Casa Accogliente.

Cosa fate, dove andate? RE SOL RE
I cavalli qui riposate, MI SOL
nella valle scende il fiume
con cascate.

Che cercate, dove andate?
Qui le mani riscaldate,
nella valle questa è l’ora che mangiate.
Dove andate, dove andate?
Perché mai vi ritrovate
nella valle a Gran Burrone che cercate?

Dove andate, dove andate? LA FA# SOL
Perché mai vi ritrovate RE MI
nella valle a Gran Burrone
in piena estate?
Mentre il giorno muore lieve
non pensate di partire,
ma restate il nostro canto
fino all’alba a udire. LA RE

Cosa fate, dove andate?
I cavalli qui riposate,
nella valle scende il fiume
con cascate.
Dove andate, dove andate?
Perché mai vi ritrovate
nella valle a Gran Burrone
con noi restate!


GIGANTI DI PIETRA

Scoppia il temporale sulle Montagne Nebbiose. E Bilbo vorrebbe soltanto fuggire dal violento scontro che si consuma sulle cime rocciose…

Sentieri e passi mi attirano MI-
mi ingannano e si perdono DO
infestati da cose malvagie. SI-
Per lunghi giorni ho salito un cammino tortuoso, MI- DO
lasciando solo le terre del mio riposo. SI- MI MI-

Grandi Giganti SOL
di pietra e di tuono RE-
lasciatemi discendere piano FA
le cime e le grotte, tra frane e tempeste. LA
Grandi Giganti SOL
lasciatemi passare ora piano RE-
finché sarò lontano. FA LA

Infrangere non oso il silenzio
delle vette tra cui fischia il vento
mai nessuno qui ha regnato, ma l’oscurità è in agguato.
Sospeso su oscure valli
assisto allo scontro dei Giganti di Pietra
tra lampi tuoni e massi
scaraventati al cielo
e vento e pioggia il loro destriero.

Grandi Giganti…

Ma lasciatemi andare sulla Via del mio destino LA DO#-
in cerca di un canto al mio cuore più vicino. RE (MI)
Grandi Giganti di pietra e di tuono, LA
lasciate che vada da solo. SOL (RE MI)


NELL’OSCURITA’

Bilbo e Gollum nella caverna fanno a gara di indovinelli. Per scoprire se Bilbo ne uscirà vivo.

All’incauto che si perde nei meandri sotto terra
dove fòrti radici il monte conserva.
Tra stagni e tunnel di roccia d’imbattersi può accadere
in obliate creature.

La tua via è senza uscita
dimmi ora cos’hai trovato
se ti lascerò la vita
lo decida il gioco del fato.

Che cosa ha radici invisibili
e svetta più in alto degli alberi
che cosa va fra le nuvole
e mai può sperare di crescere?

La tua vita è senza uscita, dimmi ora cos’hai trovato
sì ti lascerò la vita, è la montagna, indovinato.

Quali bianchi destrier
in trenta su un colle rosso
stanno a battere e mordere
quando nessun si è mosso?

La tua via è senza uscita, dimmi ora cos’hai trovato
se ti lascerò la vita, sono i denti, ho indovinato.

Ma cos’è che, muto, grida
e che vola senza ali
senza denti morde e arriva
non ha bocca e fa segnali?

La tua via è senza uscita, dimmi ora cos’hai trovato
sì ti lascerò la vita, è il vento, indovinato.

Vedere non si può e neanche sentire
fiutare non si può e neppure udire.
Sta sotto i colli, sta dietro le stelle
e riempie i vuoti e toglie la vita dalla pèlle.

La tua via è senza uscita, dimmi ora cos’hai trovato
se ti lascerò la vita, è il buio, indovinato.

Chi è che vive e non respira,
e freddo come morte senza sete beve
chi è ch’è corazzato assai
ma non tintinna mai?

La tua via è senza uscita, dimmi ora cos’hai trovato
sì ti lascerò la vita, è il pesce, indovinato.

E cos’è che ogni cosa divora,
ciò che ha vita, la fauna la flora,
rode calce e sovrani sconfigge
e trasformerà i monti in pianura?

La tua via è senza uscita, dimmi ora cos’hai trovato
sì ti lascerò la vita…
tempo! Indovinato.

Quando più nòn c’è domanda
e non resta che partire,
c’è chi un tesoro tròva
e chi lo perde fa infuriare,-
ma il monte alle radici
è buio e minaccioso,
non resta che pian piano
provare a risalire.


GRANDI NIDI

La compagnia in volo con le Grandi Aquile, salvata all’ultimo dall’accerchiamento degli orchetti.

Ombre nere sulla foresta MI (RE)
come scura bufera imprevista passano DO RE
in soccorso dei piccoli del bosco MI RE
e in volo s’innalzano nel cielo oltre le nubi. DO RE MI

Domina le terre chiazzate dalla luna
mentre rocce e nevi conquista in un baleno
l’Aquila leggera si posa nel suo nido
e liscia con il becco le sue lucenti piume.

Domina le terre chiazzate dalla luna
mentre rocce e nevi conquista in un baleno
in soccorso dei piccoli del bosco
e in volo s’innalzano nel cielo oltre le nubi.

Sul mondo sospesi DO
non c’è fine al respiro MI
come vento che accarezza ogni pietra. FA DO
Sul mondo protesi
il domani è infinito
e all’orizzonte aspetta tu scenda.


L’ARIDA BRUGHIERA

I Nani al riparo nella Casa di Beorn, unico rifugio in terre selvagge. Alle spalle avventure ancora brucianti, di fronte a sé l’ignoto dello stregato Bosco Atro.

Il vento sferzava l’arida brughiera MI FA MI (LA-)
ma immobili le foglie del bosco, MI SI DO
la notte uguale al giorno, la luce nascondeva MI LA- FA
creature che ancora non conosco. MI DO SI

Dai monti scivolava come onde di burrasca
gelido vento a scuotere le chiome
e sopra un manto di foglie morte geme ogni frasca
in un lamento sempre più forte.

Dov’è la mia strada, LA
dov’è la stella chiara che possa riportarmi a casa, LA MI
dove posso andare, uscire o restare, LA
nel labirinto oscuro dell’Atro. MI FA

Paludi senza vita e poi canne scosse al vento
le nubi scorrevano cupe
tutto freddo si mostrava il cuore della terra,
dall’acqua alla cima della rupe.

Il vento sferzava l’arida brughiera
e fin dentro la tana del drago osò infilarsi
così sporco di fumo corse rapido al mare
a gonfiare vele bianche
e ad argentare la Luna e le stelle
come gemme degli Elfi.

Dov’è la mia strada…


VECCHIO RAGNO

Bilbo sbeffeggia i Ragni giganti del Bosco Atro, mentre invisibile grazie all’anello cerca di trarre in salvo i suoi amici.

Vecchio ragno grasso e tondo
che sull’albero provvedi
fili a tesser, mi nascondo
e così tu non mi vedi!

Sputaveleno! Sputaveleno!
Al lavoro metti freno
e non tessere perché
mai potrai prendere me!

Vecchio grasso rimbambito
vecchio sciocco corpacciuto
il tuo scopo è già fallito
perchè ancor non m’hai veduto.

Sputaveleno! Sputaveleno!
Salta giù qui sul terreno!
Se sull’albero starai
prender me tu non potrai!


SUL RAPIDO RUSCELLO

Gli elfi cantano ai barili che discendono il fiume, per tornare a Lagolungo ad essere riempiti. Ignari del fatto che dentro i barili, questa volta, sono nascosti i Nani fuggitivi…

Sul rapido ruscello ritornate
alle terre che un dì conoscevate.
Fuori da caverne buie e strette
fra le rocce nordiche e le vette,
dove l’immensa foresta
declina e nel buio si arresta.

Oltre le chiome navigate
dove la brezza muore,
oltre giunchi e lagune
dove l’erba sta a tremare.
Oltre la bruma bianca
che dagli stagni s’alza.

Seguite le stelle che salgono al cielo MI DO#-
e all’alba andate a sud, in cerca del sereno! SOL#- FA#-
Seguite le stelle che salgono al gelo  MI DO#-
e all’alba andate a sud, in cerca del sereno! SOL#- LA SI MI

Ai pascoli e ai prati ritornate
che i greggi a lungo hanno saziati
ai giardini sui colli, in mezzo ai fiori,
nel giorno pieno, alla luce del Sole.
Correte al sud,
al sud fate ritorno.

Seguite le stelle…


IL RE DEGLI ANTRI

Gli Uomini rievocano la profezia in onore di Thorin, il ritorno del Re sotto la Montagna. Dapprima flebile, sussurrata dai più anziani, presto si alza per le strade come un canto sommesso e speranzoso di tutto il popolo.

Il Re degli Antri sotto la Montagna LA-
che fu Sire delle Fonti d’argento RE- MI
riavrà tutto ciò che gli fu strappato un tempo. SOL MI LA-

Sul capo il diadema in vista, e il bel canto dell’arpa SI-
che spanda melodie antiche e incantate MI- FA#
echeggianti per grandi sale dorate. LA FA# SI-

Sui monti le foreste sussulteranno LA- 
e l’erbe lucenti RE-
cascate di ricchezze scenderanno MI SOL
e d’oro interi torrenti. MI LA-

Felici i ruscelli in corsa e i laghi brilleranno RE-
dolore e tristezza infine scompariranno SOL- LA
al ritorno del Re sul suo scranno. DO LA RE-

Il Re degli Antri sotto la Montagna MI-
che fu Sire delle Fonti d’argento LA- SI7
riavrà tutto ciò che gli fu strappato un tempo.RE SI7 MI-


SOTTO IL MONTE

I Nani sulla Montagna Solitaria, in attesa del fato. Il ritorno è avvenuto. ll nemico non c’è più. Ma ora un re solo e accerchiato indugia nelle sale oscure della Montagna.

Giù sotto il monte LA-
altissimo e buio
il Re nella sua sala è ritornato
il drago suo nemico la morte ha meritato FA
chi vuol coglier lo stesso suo fato? MI- LA-

Pronti con la lancia, e la spada corta MI- LA-
pronto l’arco dietro la robusta porta MI- LA-
e il cuore ardente del tesoro FA
è questa la lor scorta. MI- LA-

Come campane a festa nel tempo lontano
sotto la rocciosa cresta era l’abile mano
collane di stelle e bagliori di drago
creavano i nani insieme a un canto arcano. MI- FA

Giù sotto il monte…

Il trono del monte ora abbiam liberato
il popolo disperso ascolti il richiamo
perché il Re solo…
non sia lasciato…

Sulle soglie dell’antica casa ora
vi attende il re e i tesori dell’aurora.
Pronti con la lancia e la spada corta
qui dietro la porta…

Giù sotto il monte…


ADDIO, BUON LADRO

Thorin morente e Bilbo al suo capezzale.

[Thorin] Addio, buon ladro, RE-
è ora per me di prender posto accanto ai miei padri FA SOL
finché il mondo sia rinnovato. FA
Oro e argento abbandono RE-
cosa valgono dove ora volo? FA
Ma vorrei la tua amicizia Sib
sopra ciò che ho fatto e detto. FA

[Bilbo] Addio, Re della Montagna,
quale amara avventura non esiste compenso
che ne serbi misura,
solo dico l’onore e la gioia
d’esser stato tuo compagno di viaggio,
io non l’ho mai meritato.

[Thorin] Addio, buon ladro, è ora RE
ma molto in te ho trovato FA#-
il coraggio e la saggezza SI-
nel giusto mescolato. LA
Se più gente stimasse RE
in allegria cibo e canzoni FA#-
più lieto sarebbe questo mondo SOL
che ora lascio a giorni nuovi… RE SOL

Se più gente stimasse
in allegria cibo e canzoni
più lieto sarebbe questo mondo
che ora lascio a giorni nuovi….e forse migliori.


GLI ELFI CANTANO A OGNI ORA

Gli Elfi accolgono Bilbo e Gandalf di ritorno a Gran Burrone, dopo la grande impresa. Dove li condurrà adesso il loro viaggio?

Ecco il drago è già spacciato RE SOL RE
e il suo corpo sbriciolato MI SOL
ma qui l’erba spunta ancora
gli Elfi cantano a ogni ora!

Anche i re più in là cadranno
con le terre e i lor tesori
ma qui l’acqua scorre ancora
gli Elfi cantano a ogni ora!

Ogni stella è più che gemme LA FA# SOL
e la luna più che argenti RE MI
perché allor raminghi andare? LA FA# SOL
Più dell’oro il focolare. RE SI-

Ora dunque dove andate? LA
Corre il fiume e le stellate SOL
a chi stanco torna ancora LA 
gli Elfi cantano a ogni ora! SOL

Ora dunque dove andate?… LA FA# SOL

DOWN BELOW THE HILL / english version

Author: Giandil (Giacomo D’Alessandro). English version: Giulia Silvestri. English vocals recorded and mixed by Fausto Ciapica.

There, across the water

among meadows climbs a path

and gardens scent around the whole air

full of rounded tunnels

and old told stories

resound upon the hill and far over.

When the world is quiet

and the silent sun rises

little people gently awake

there is the way, yellow and green

deep laughter in the fields

as a melody or sweet poetry.

Round like the sun

As eyes in the ground

little people’s hidden houses

are there to be found

Silent and swift

their steps in the deep

far away from the adventures

the world can bring.

There, across the water

Downhill is called the road

where evening wayfarers go by

rambling to the Great Sea

through starry woods and fields

whispers in the wind you can hear.

Down below the Hill

there’s a hole in the green

where curlies hobbits always could live

when the world is quiet

the music becomes a laugh

appears and old man with a staff.

Round like the sun…

Silent and swift…

Ordina via mail

Richiedi il CD a andataeritornoinmusica@gmail.com specificando l’indirizzo di spedizione. Effettua il versamento di 13,00 Euro tramite Paypal o carta cliccando qui. Sono incluse le spese di spedizione.

Scarica l’album in MP3

iTunes

Google Play

Amazon

CdBaby


Ordina il CD da fuori Italia

CdBaby

Condividi