• libri,  Senegal

    Il pozzo, il cavallo e il bambino – ebook

    Il pozzo, il cavallo e il bambino Un viaggio in Senegal, un racconto onirico.  di Giacomo D’Alessandro pubblicato nel 2018 Questo non è un diario di viaggio, ma un racconto letterario. Una visione onirica e reale ispirata ai miei 17 giorni in Senegal. Io l’ho visto. La sua immagine mi è nitida come se accadesse in questo momento. Come se non fossi mai stato lì, come se vi fossi da sempre. La sabbia è calda sotto i piedi unti di polvere. Mi stringo il cappello sulla testa come a sperare che ammansisca il bruciore. E cammino, cammino, è tutto il giorno che cammino in questi villaggi che si somigliano. Siamo…

  • cammini,  Italia,  sociale

    Luci dal Trek in Scampia 2019

    Devo dire molti grazie per il Trek in Scampia 2019 che abbiamo concluso pochi giorni fa. Il primo ad una persona andata via appena prima che arrivassimo, Sergio Sala, che è stato pilastro della mia esperienza quasi decennale in questo quartiere. Senza l’amicizia e la disponibilità di Sergio non avrei stretto quelle relazioni di affetto e curiosità che oggi mi permettono di continuare questo insolito “gemellaggio”. Buona missione in quel di Reggio Calabria, caro Sergio… Grazie a 9 compagne e compagni di viaggio dalle più svariate provenienze: Genova, Torino, Savona, Milano, Bari… Persone in formazione e attive nel sociale, curiose di scoprire l’altro volto di Scampia, e di accogliere spunti forti da riportare…

  • articoli,  Italia

    Sulla frontiera a Ventimiglia – Gli Asini

    Giacomo D’Alessandro intervista Alessandra Governa di Progetto 20K Sono arrivata a Ventimiglia nel luglio 2016 in occasione di una manifestazione sulla frontiera. Un gruppo di migranti ha cominciato a camminare verso il confine e il blocco di polizia li ha fermati e respinti. In quell’occasione, stando con gli attivisti che li seguivano, ho avuto la percezione che fosse possibile tornare per fare qualcosa di più che una manifestazione. Avevo appena finito un corso da operatore legale e avrei potuto farmi le ossa su un ambito particolare come la protezione internazionale. Occuparsene su una frontiera è molto diverso che farlo nei centri di accoglienza o presso gli sbarchi. Inoltre mi sembrava sensato farlo…

  • Ecuador,  natura,  reportage

    L’ho visto in Amazzonia

    Alla fiera dell’Amazzoniasolo per soldiun genocidioTexaco portò. E venne la Texacoa estrarre petrolioe sversò i residuiin piena forestacreando una piscinaalta due metrie ne morirono25.000 animaliche gli ignari abitantispesso macellavanoe vendevano al mercatoe poi bevevanol’acqua dei fiumianch’essa contaminatain 40 anni40 miliardi di litriper cui si estinserodue popoli ancestraliil che a Texacosul mercato fruttò. ***Sto scrivendo un racconto per una rivista, e ho ripreso le testimonianze raccolte in Sud America tre anni fa.Una spirale di ingiustizia senza fine. Da vomitare.Mentre l’Amazzonia va a fuoco e non è mai stata così attuale.A questo pezzo di video non serve traduzione.

  • articoli,  Colombia,  reportage,  sociale

    Bogotà, nei barrios degli invisibili – Mondo & Missione

    Nelle periferie di Bogotá monsignor Daniel Delgado visita le persone più fragili e dimenticate. Una giornata con lui è l’immagine della “Chiesa ospedale da campo” voluta da Papa Francesco Fuori da Bogotá ci sono altre Bogotá. Si replicano a perdita d’occhio su versanti di colline e fondo valle. Casette di mattoni, tetti di lamiera, cisterne per l’acqua, marciapiedi e strade grigie, campetti, baracchini, mercati. Gente che si muove. Otto milioni di persone ossessivamente in transito da una parte all’altra, dal centro a un pueblo, da un barrio a un altro. Migliaia di autobus polverosi, di taxi legali e abusivi, di macchine rottame, moto e perfino audaci biciclette bloccano di continuo gli incroci delle…

  • articoli,  Italia,  natura,  sociale

    Hanno preso un forte militare e ne hanno fatto una casa famiglia – Italia Che Cambia

    La Piuma, così hanno chiamato l’associazione inizialmente formata da famigliari ed amici. Loro sono Emilio Parodi e Laura Lanza, una coppia di educatori che ha fatto dell’accoglienza dei piccoli una scelta di vita. Da quasi 15 anni prendono in affido dal Tribunale dei Minorenni – tramite Comune di residenza – bambini di età diverse, in attesa che la loro madre naturale superi un periodo di difficoltà o, nel peggiore dei casi, in attesa di trovare una nuova famiglia che li accompagni nella crescita. Ma il sogno di Forte Tenaglia arriva dopo, una decina d’anni fa, quando non lontano dal quartiere di provenienza, sopra la stazione Principe, il gruppo della Piuma si imbatte in…

  • Abrego - ph Alessia Traverso
    articoli,  Colombia,  reportage

    Don Rito tra i narcos e i migranti – Mondo e Missione

    Rito Alvarez è colombiano ma vive a Ventimiglia, dove si è fatto conoscere per aver ospitato centinaia di migranti nella parrocchia delle Gianchette. Intanto in Colombia ha costruito due campus per far studiare bambini e ragazzi altrimenti destinati a coltivare coca o ad entrare nei gruppi paramilitari. ABREGO – Da sotto il portico si vedono i campi coltivati a caffè e cacao. Alcuni ragazzi della Fondazione potano diligenti le piante del giardino attorno al refettorio, mentre quelli più grandi armati di vanga e zappa se ne vanno a raccogliere manioca. German ci chiama mentre corre in bicicletta a inseguire Mairon. Hanno 10 anni, sono tra i più piccoli, ma la sera,…

  • Italia,  Senza categoria

    Sotto il ponte, dentro Genova – Gli Asini

    Don Giacomo Martino intervistato da Giacomo D’Alessandro A Genova il 14 agosto scorso è crollato improvvisamente il Ponte Morandi, viadotto autostradale che sovrasta la val Polcevera nel quartiere di Rivarolo. 43 persone sono morte, tra chi si trovava in auto ad un’ora di consueto trafficata del mattino, e chi abitava, lavorava o semplicemente passava sotto al ponte, il cui tratto crollato è precipitato su una parte di ferrovia in funzione, un’ampia parte di ferrovia dismessa e di argine del torrente Polcevera, e su alcuni dei palazzi che esistevano già quando il Ponte fu costruito, nel 1967. Lasciando per una volta da parte il vespaio di polemiche subito alzatosi a proposito…