cammini,  spiritualità

Un Cammino di Pasqua sulla Via degli Dèi – 2019

Il cammino di Pasqua che per noi è diventato “tradizione” si svolge nei giorni cosiddetti del triduo, ovvero giovedì venerdì e sabato prima di Pasqua. Ogni anno da sei anni, dal primo cammino Gubbio-Assisi, abbiamo voluto che fosse un momento di gruppo (ma con un gruppo sempre nuovo, che si genera per adesione e per passaparola ogni anno), di vita in cammino nella natura, nella bellezza che esprime la stagione primaverile. E che ci fosse ogni anno un tema, uno spunto, un’ambientazione a darci il pretesto di riflettere meglio sui temi della Passione. Perché in fondo il centro e la particolarità di questo cammino è ritrovarsi la sera attorno a un fuoco, fuori dalle tende, sperduti in qualche prato di collina, a leggere e meditare la Passione di Gesù di Nazareth, come esperienza coinvolgente per credenti e non credenti.

Il 2019 è stato l’anno della Via degli Dèi. Ci piaceva l’idea di camminare idealmente tra Barbiana (simbolo di una chiesa povera e per i poveri, che inventa nuove strade educative di comunità) e Bologna (presso la Comunità di Famiglie Maranathà, simbolo delle comunità possibili di oggi). Tre giorni di sentieri e strade tra dolci colline, boschi silenziosi e paesi ancora intirizziti dall’inverno. In mezzo a colori fiori e cieli di un’energia contagiosa.

11 partecipanti tra Genova, Torino e Trieste. 2 notti in tenda e 1 notte in ospitalità. 1 ampia testimonianza con la Comunità Maranathà a San Giorgio di Piano.

Dopo pranzo ogni giorno abbiamo letto brani dalle Esperienze Pastorali di Don Lorenzo Milani.

Dopo cena ogni sera abbiamo svolto una meditazione sul racconto della Passione di Gesù di Nazareth, con spunti sulla dimensione psicologica del fallimento, della sofferenza, della fiducia che toccano anche noi oggi.

Il Cammino 2019 è stato preparato da Giacomo D’Alessandro, Gigi Magnozzi, Chiara Curcio, Daria Camardella. E sostenuto dall’associazione Percorsi di Vita. Le foto sono di Luca D’Alessandro.

Condividi

Camminatore, comunicatore e musicista, Giacomo D'Alessandro vive a Genova. Le prime tracce di un blog ispirato alla figura del "ramingo" sono del settembre 2006. Una lunga e variopinta avventura tra il camminare e il raccontare, in tanti modi, grazie a tanti compagni di viaggio.