Senza categoria

Sotto il ponte, dentro Genova – Gli Asini

Don Giacomo Martino intervistato da Giacomo D’Alessandro

A Genova il 14 agosto scorso è crollato improvvisamente il Ponte Morandi, viadotto autostradale che sovrasta la val Polcevera nel quartiere di Rivarolo. 43 persone sono morte, tra chi si trovava in auto ad un’ora di consueto trafficata del mattino, e chi abitava, lavorava o semplicemente passava sotto al ponte, il cui tratto crollato è precipitato su una parte di ferrovia in funzione, un’ampia parte di ferrovia dismessa e di argine del torrente Polcevera, e su alcuni dei palazzi che esistevano già quando il Ponte fu costruito, nel 1967. Lasciando per una volta da parte il vespaio di polemiche subito alzatosi a proposito delle colpe, delle mancanze,degli allarmi ignorati, della manutenzione carente, come anche la fiumana indigesta delle retoriche ad effetto emotivo sulla città ferita che muore o si rialza, vogliamo qui raccontare scorci dell’umanità reale che questa vicenda ha coinvolto. E lo facciamo attraverso gli occhi di un prete, don Giacomo Martino,responsabile di Migrantes e delegato della Diocesi per l’emergenza Ponte Morandi.

Continua a leggere su Gli Asini

Camminatore, comunicatore e musicista, Giacomo D'Alessandro vive a Genova. Le prime tracce di un blog ispirato alla figura del "ramingo" sono del settembre 2006. Una lunga e variopinta avventura tra il camminare e il raccontare, in tanti modi, grazie a tanti compagni di viaggio.